Spinclub
Pesca sportiva a spinning

La diga foranea chiamata comunemente antemurale, è una lunga costruzione in cemento elevata su una scogliera che in principio rappresentava da sola l'unica difesa del porto contro le intemperie del mare. Edificata dall'ammiraglio Taon De Ravel per volere di Emanuele Filiberto duca d'Aosta, situata a qualche centinaio di metri dalla terra ferma, il suo scopo è di proteggere il porto commerciale da mareggiate ed eventi meteorologici straordinari. La muraglia offre agli appassionati di pesca un itinerario davvero formidabile, dove è possibile praticare tutte le specialità che riguardano la pesca sportiva. La tecnica principale comunque rimane la bolognese oramai entrata nel sangue dei Napoletani. Questa specialità che nasce nelle acque interne appassiona centinaia di pescatori che abitualmente si riversano sulla comoda banchina soleggiata. Ma non èl, l' unica tecnica, molto efficace è sicuramente la pesca a fondo, la quale può regalare, lo dico per esperienza personale catture davvero formidabili che spaziano dalle grosse orate da uno a 5 Kg a mormore, saraghi e altri pesci. Un altra tecnica di provata efficacia è l'inglese col pasturatore, questa consiste nell'utilizzo di una canna con potenza di lancio compresa tra i 50/100G equipaggiata con un grosso galleggiante scorrevole e pasturatore di seguito, l'esca è il bigatttino, in questo modo non è raro portare in guadino grossi saraghi da più di 1Kg. Guardate cosa scrivevo qualche anno fa sullo spinning. Concetto superato visto che oggi siamo in molti a praticarlo. Una nuova tecnica presa poco in considerazione che da un pò di tempo, stà affermano la sua validità sul muro, è lo spinning, a mio parere l'unica capace di regalare fortissimi emozioni. Nel periodo che va da giugno a ottobre il porto è letteralmente assediato da grossi esemplari di serra e in tarda estate da ricciole, insidiabili con popper da 30-40 grammi o walking the dog da 18-20G, le cacciate sono incredibili ma non sempre vanno a buon fine infatti il serra al contrario di chi lo crede un pesce stupido è molto astuto. Per regiungere la diga c'è bisogno di un accompagnatore, di solito il nostro abituale è Domenico (Mimì), ma non è l'unico infatti altri pescatori offrono il loro servizio di taxi del mare se così possiamo dire. Mimi' è il suo nome, è grazie a lui che si può raggiungere il muro, l'hhattraversata dura circa cinque minuti, l'imbarco avviene in un minuscolo pezzetto di porto lasciato in concessione ai pescatori al tempo dei monarchi e che in passato consisteva in una lunga spiaggia chiamata della Marinella piena di barche e pescatori, ma a causa dell' abbandono della pesca come attività di sostentamento, dei divieti, dellamorte dei vecchi pescatori, la spiaggia si è trasformata in una piccola banchina dove a fatica si sta' in pochi.Consigli a mio parere è decisamente più favorevole sfoderare le nostre abilità di pescatori sul muro nei giorni infrasettimanali, ovviamente per chi può farlo, le probabilità di catturare qualche grosso esemplare e soprattutto di trovare libero il posto preferito sono di gran lunga superiori. Quando si decide di andare a pesca sull'antemurale in settimana è opportuno avvertire Mimi' il giorno prima onde evitare lunghe attese nel aspettare che rientri dalla pesca che lui fa per lavoro, durante fgfl'attesa è possibile osservare pescatori intenti ad innescare grosse sarde su ami da coffa.

Adoperate la mappa per tracciare il vostro percorso.

Il punto B indica l'entrata del corridoio, che porta al porticciolo.Visualizzazione ingrandita della mappa

{phocamaps view=map|id=1} or {phocamaps view=link|id=1|text=Map}

Italian English French German Japanese Maltese Spanish
dscn3005.jpg

Login

Visitano il sito

Abbiamo 78 visitatori e nessun utente online